Come Scegliere una Scopa a Vapore – Guida

Se siete interessati a comprare una scopa a vapore e avete fatto un giro in qualche negozio di elettrodomestici avrete scoperto che esistono davvero molte tipologie differenti. La domanda, dunque, sorge spontanea e risulta essere relativa a come scegliere la migliore scopa a vapore.

Chiaramente non esiste una risposta che vada bene per tutti, ognuno dovrà pensare a quale risulta essere la migliore opzione in base alle proprie esigenze. Vediamo dunque quali devono essere le indicazioni da seguire per scegliere una dispositivo di questo tipo, analizzandone le caratteristiche.

Prima di iniziare, è importante precisare quali sono le differenze tra una scopa a vapore e una scopa elettrica, visto che questi elettrodomestici vengono spesso confusi.
La scopa elettrica è uno strumento che aspira lo sporco dal pavimenti, solitamente in un sacchetto. Relativamente a questi elettrodomestici è possibile vedere questa guida sulla scopa elettrica pubblicata sul sito Coseperlacasa.net in cui è spiegato più nel dettaglio il funzionamento.
La scopa a vapore ha un funzionamento diverso, non aspira lo sporco, ma emette vapore per pulire il pavimento.

Il primo elemento che solitamente viene presentato in una scopa a vapore è la potenza, che viene espressa in Watt. Fate attenzione al fatto che non è detto che una scopa a vapore che consuma più Watt di un’altra sia anche migliore, per il risparmio energetico vengono continuamente sviluppate nuove scope a vapore che consumano sempre meno, ma che erogano uguale potenza effettiva o forse anche più dei modelli precedenti. Comprate sempre e comunque un elettrodomestico di classe A o superiore, costerà di più ma vi farà risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica.

Vediamo cosa prendere in considerazione prima di comprare una scopa a valore. La pressione della caldaia, che viene espressa in Bar, è un indicatore importante. Per igienizzare è necessario che il vapore venga emesso con una certa pressione, per questo motivo , generalmente, le scope a vapore di livello buono hanno una pressione di almeno 5 bar. Comunque non acquistate un prodotto che abbia meno di due bar di pressione.

Altro elemento da tenere in considerazione quando scegliete l’elettrodomestico è la temperatura del vapore, sappiamo che l’acqua si trasforma in vapore al raggiungere i 100 gradi. Però tale temperatura non è sufficiente per fare staccare il grasso e lo sporco dalle superfici e per igienizzare in profondità, serve una temperatura superiore, pari adì almeno 120 gradi centigradi. Scegliete dunque una scopa a vapore che sia in grado di erogare vapore a temperature superiori a 120 gradi.

La capacità del serbatoio dell’acqua, poi, va tenuta in considerazione per indirizzarsi nella scelta tra i vari modelli, considerate che più piccolo è il serbatoio, meno autonomia avrà la vostra scopa a vapore e, anche qualora non avesse bisogno di attendere del tempo per essere usata dopo il rabbocco dell’acqua, è comunque un fastidio doversi fermare per ricaricare d’acqua il dispositivo. Scegliete dunque un elettrodomestico con una capienza di serbatoio di almeno 500ml e, se possedete una abitazione di circa 100mq, questa capacità è proprio il minimo.

A fare la differenza, poi, tra una scopa e l’altra, e tra i relativi prezzi, è la qualità dei materiali utilizzati. Controllate gli spessori delle plastiche e reperite tutte le informazioni disponibili sui dettagli costruttivi. Noi consigliamo sempre di evitare quelle troppo economiche, il prezzo eccessivamente basso significa che obbligatoriamente il produttore deve avere risparmiato su qualcosa, e quasi sempre il risparmio è sui materiali utilizzati. Questo equivale a dire che comprando prodotti troppo economici rischiate di dovere ricomprare l’elettrodomestico dopo poco tempo per avere voluto risparmiare 50 o 100 euro.

A questo si collega dunque il nostro penultimo consiglio, diffidate di marche sconosciute. Trovate in commercio buone scope a vapore, di marche note, apprezzate e conosciute, anche per soli 100 o 150 euro. Scegliere un prodotto di un marchio noto è sempre una garanzia di affidabilità.

Siamo ormai giunti al termine di questa nostra guida su come scegliere la migliore scopa a vapore, l’ultimo consiglio è quello di non lasciarvi neppure abbagliare da prodotti di marchi noti che vengono venduti molto cari. A meno che non ci siano incredibili funzionalità aggiuntive, tra un prodotto di una azienda e il pari livello dell’altra non vi sono grandi differenze.