Aceto nella Scopa a Vapore – Consigli Utili

La capacità sgrassante dell’aceto è nota a tutti, come è conosciuto il suo potere anticalcare. Infatti lo puoi usare nella lavatrice e nella lavastoviglie con ottimi risultati, ma se decidi di aggiungerlo all’acqua della scopa a vapore potrebbe sorgere qualche problema. Il suo impatto con gli elementi di natura metallica generalmente non è dannoso ma, dato il suo potere corrosivo, potrebbe essere deleterio se tocca elementi realizzati in plastica morbida.

Vediamo come fare se si vuole pulire con una scopa a vapore, e usare anche l’aceto per una maggiore resa igienica.

Usare separatamente aceto e scopa a vapore

Il sistema più sicuro per usare l’aceto e la scopa a vapore è evitare che il primo tocchi i meccanismi. Quindi devi trattare preventivamente la zona di sporco ostinato da disinfettare con l’aceto e successivamente passare la scopa a vapore. Ma tutta l’operazione va effettuata in tempi rapidi. Per iniziare tutto devi accendere la scopa a vapore e tenerla sotto pressione. Poi mischia due parti di aceto e una di acqua in una pompa per aspersione dei liquidi da 1,5 litri a stantuffo. Agita e spruzza abbondantemente la parte da trattare e poi passaci sopra con il vapore della scopa. Se vuoi profumare l’ambiente puoi aggiungere nella pompa a stantuffo qualche goccia di olio essenziale che, a contatto con il vapore si diffonderà in tutta la stanza. Ma se la tua scopa a vapore ha un serbatoio per il detersivo non hai bisogno di usare la pompa.

L’aceto nel dispenser di sapone della scopa a vapore

Se la tua scopa a vapore possiede un dispenser per il sapone allora puoi mettere l’aceto direttamente nel contenitore. Non tutti i tensioattivi però si accoppiano efficacemente ai solventi per cui, nella maggioranza dei casi, dovrai mettere dentro il dispenser solo l’aceto, e il vapore, uscendo a 100 gradi, lo farà diventare uno sgrassante e igienizzante eccezionale. Se invece vuoi usare del sapone insieme all’aceto, devi fare attenzione che l’etichetta del detersivo consenta espressamente di poterli mescolare. Uno dei saponi che non puoi mischiare all’aceto, ad esempio, è il Marsiglia, perché l’aceto lo scopone nei suoi elementi oleosi e li rende insolubili. Anche la combinazione dell’aceto col bicarbonato è disastrosa nella scopa a vapore, mentre aggiungere qualche goccia di olio essenziale di limone ne migliora la resa e profuma l’ambiente.

Quando usare l’aceto direttamente nell’acqua della scopa a vapore

Ci sono dei casi in cui puoi usare l’aceto aggiungendolo direttamente all’acqua della caldaia. Uno di questi frangenti si presenta quando devi limitarti alla pulizia dei suoi componenti. Un’azione da effettuare raramente e all’occorrenza. Infatti, se la scopa a vapore mostra dei segni di intasamento degli ugelli, o vuoi eliminare le incrostazioni dalla resistenza e dalla caldaia, una soluzione blanda di acqua e aceto, da utilizzare ad alta temperatura, può sostituire efficacemente i prodotti chimici ed eliminare anche gli eventuali residui di sapone.

Quando usare l’aceto nella scopa a vapore per pulire le superfici

Infine rimane la possibilità di usare l’aceto direttamente nell’acqua del vapore anche per pulire le superfici. Lo puoi fare solo se sai per certo che l’aceto non toccherà componenti realizzati in plastica morbida, e devi comunque diluirlo abbondantemente, cioè usare 150 ml ogni litro d’acqua. Hai la certezza che l’aceto non farà danno, solo se la macchina è specificatamente garantita anche per l’uso di liquidi a basso tenore acido. Infatti ci sono dei detersivi che sono acidi quanto e più dell’aceto. Non puoi usare l’aceto nella scopa a vapore se devi pulire superfici delicate, come le plastiche trasparenti, gli oggetti in ghisa o i mobili in legno verniciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *